Azioni Edilizia
Regolamento edilizio unico

L'elevata differenziazione delle procedure edilizie tra un comune e l'altro è causata anche dalle diverse normative tecniche contenute negli oltre 8000 regolamenti edilizi esistenti.

L'azione prevede, in coerenza con le previsioni dello "Sblocca Italia": 1) l'individuazione delle metodologie di lavoro, di ricognizione della normativa vigente e delle modalità di coinvolgimento delle amministrazioni e dei soggetti interessati (associazioni di categoria, ordini professionali, ecc.); 2) la predisposizione di uno schema tipo di regolamento edilizio che vada a sostituire i regolamenti edilizi ora in vigore, semplificando e uniformando le procedure edilizie.

 

Icona_Tempi.png

Tempi di realizzazione

Individuazione delle metodologie di lavoro, ricognizione e coinvolgimento: febbraio 2015
Predisposizione dello schema tipo di regolamento edilizio:novembre 2015

Icona_Responsabile.png

 

Amministrazioni responsabili

MIT, DFP, Regioni e ANCI

 

Icona_RisultatoAtteso.png

Risultato atteso

Adozione del regolamento edilizio tipo

 

A che punto siamo?

Sono state definite le metodologie di consultazione (audizioni, consultazione telematica ecc.) che consentiranno di raccogliere contributi da parte di tutti i soggetti interessati alla definizione dei contenuti del regolamento edilizio. È stata, inoltre, realizzata in via preliminare una ricognizione della documentazione e delle proposte esistenti in materia. Sono state raccolte informazioni, attraverso un questionario diffuso dalle Regioni, sulla presenza a livello regionale di linee guida, di criteri o schemi tipo per la redazione del Regolamento Edilizio. Sono state avviate le attività del gruppo di lavoro e si sono svolte le audizioni con l’ordine degli architetti, l’ANCE, Confartigianato, Confindustria, Confcommercio e CNA. 

L’azione non si è conclusa nei tempi previsti perché la individuazione di definizioni uniformi e inderogabili con un accordo, che ha richiesto  il consenso di tutti è stato un processo lungo e impegnativo, nel quale ciascun soggetto doveva necessariamente rinunciare alle proprie definizioni.

Il 20 ottobre 2016 è stato sancito in Conferenza unificata l’accordo sullo schema di regolamento edilizio tipo (Vedi il documento in Gazzetta Ufficiale)

Ora si apre la fase più impegnativa dell’attuazione, che verrà monitorata da un apposito gruppo di lavoro.

 

ATTIVITA'TEMPISTATO DI ATTUAZIONE
Individuazione delle metodologie per la ricognizione e il coinvolgimento

febbraio 2015

 semaforo verde - risultato raggiunto

Predisposizione delle definizioni uniformi

giugno– settembre 2015

semaforo verde - risultato raggiunto

Predisposizione dello schema tipo di regolamento edilizio

ottobre – novembre 2015

 semaforo verde - risultato raggiunto

 

Legenda:

semaforo verde - risultato raggiunto risultato raggiunto;  semaforo giallo - attività in corsoattività in corso;  semaforo rosso - attività in ritardo attività in ritardo; semaforo spento - attività non iniziata attività non ancora iniziata.

 

Puoi contribuire all'attuazione dell'Agenda lasciando i tuoi commenti su questa Azione.


Massimo 1500 caratteri. Se vuoi, puoi lasciare la tua mail per consentirci eventuali approfondimenti
Inserisci il codice visualizzato o ascoltato
PRIVACY - I dati trasmessi saranno elaborati in forma anonima e conservati nel rispetto della normativa sulla privacy

 

Ultimo aggiornamento: martedì 23 maggio 2017