L'Agenda

Presentazione

 

 

Marianna Madia

 

<<L’Agenda inaugura una stagione nuova, che mette al centro l’attuazione e la trasparenza. E’ un metodo nuovo fondato sulla collaborazione tra tutti i livelli istituzionali; sul controllo del rispetto delle scadenze e degli impegni assunti; sull’ascolto e il coinvolgimento dei cittadini, delle imprese e delle loro associazioni>>

Marianna Madia

 

Perché un’Agenda per la semplificazione? 

L’esperienza passata delle politiche di semplificazione ha dimostrato che le norme, da sole, non bastano. Senza un serio impegno nell’attuazione, gli interventi restano sulla carta. In assenza di una forte collaborazione tra i vari livelli di governo, si rischia di generare ulteriore complicazione, moltiplicando inutilmente gli adempimenti.

Per produrre risultati tangibili nella vita quotidiana dei cittadini e delle imprese è necessario che le amministrazioni procedano in modo coordinato e definiscano insieme impegni e scadenze da rispettare.

Ecco perché Governo, Regioni e Comuni hanno deciso di condividere una vera e propria Agenda che fissa per una serie di misure prioritarie di semplificazione, un calendario di attività e individua precise responsabilità.

La sezione “A che punto siamo” del sito mostra i risultati raggiunti e illustra lo stato di avanzamento di ciascuna azione, evidenziando eventuali scostamenti rispetto alla programmazione. In questo modo, i destinatari delle misure e, più in generale, i cittadini e le imprese possono seguire nel tempo gli interventi e verificarne l’effettiva attuazione.

Tempi e oneri burocratici sono finalmente messi sotto controllo, divenendo oggetto di misurazione e monitoraggio. Il risultato complessivo degli interventi di semplificazione sarà quindi valutato non più sulla base del numero di norme introdotte o eliminate, ma sull’effettiva riduzione del carico sopportato da cittadini e imprese.

 

La struttura dell’Agenda

L’Agenda prevede 37 misure, organizzate in 5 aree tematiche: Cittadinanza digitale, Welfare e salute, Fisco, Edilizia e Impresa.

Per ognuna l’Agenda individua tempi di realizzazione, amministrazioni coinvolte e risultati attesi. E’ inoltre previsto un calendario dettagliato delle attività, che fissa, per ciascuna misura, precise scadenze e responsabilità.

L’Agenda prevede inoltre una serie di azioni di comunicazione e di controllo dei risultati, dirette a supportare tutte le iniziative previste e a garantirne l’effettività e la conoscenza da parte dei destinatari.

L’Agenda è verificata e aggiornata periodicamente dal Consiglio dei ministri e dalla Conferenza Unificata sulla base dell’effettivo andamento delle attività e delle indicazioni e delle proposte fornite dai cittadini e dalle imprese.

Per saperne di più:

 

Chi siamo

Le funzioni di indirizzo, verifica e aggiornamento dell’Agenda sono svolte dal Comitato interistituzionale per la semplificazione, composto dal Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, dal Presidente della Conferenza delle Regioni, dal Presidente dell’ANCI e dalla Presidente dell’UPI.

Il Tavolo tecnico per la semplificazione è costituito da rappresentanti designati dal Dipartimento della Funzione Pubblica, dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni, dall’ANCI e dall’UPI e svolge le seguenti funzioni:

  1. supporto al Comitato interistituzionale per la semplificazione;
  2. coordinamento operativo dell’attuazione dell’ Agenda, della verifica e del monitoraggio sull’implementazione, il completamento e l’aggiornamento della pianificazione di dettaglio.

Le attività sono articolate in un coordinamento del tavolo e in gruppi di lavoro per ogni settore di intervento dell’Agenda (cittadinanza digitale, fisco, welfare e salute, edilizia e impresa) e per ciascuna azione.

La segreteria tecnica del Tavolo è assicurata dall’Ufficio per la semplificazione amministrativa del Dipartimento della funzione pubblica.

 

Per contattare l’Ufficio per la semplificazione e la sburocratizzazione:

Tel: 06.68997335  Fax: 06.68997254

e-mail: ufficiosemplificazione@funzionepubblica.it

- - - - - -

Il sito ItaliaSemplice è stato realizzato, a costo zero, con il riuso di una piattaforma esistente già utilizzata per il sito del Semestre italiano di presidenza europea (www.italia2014.eu). Il progetto editoriale è stato realizzato, all'interno dell'Ufficio per la Semplificazione amministrativa, da Marialaura Angeletti e Carolina Raiola.

 

Allegati:
Ultimo aggiornamento: martedì 13 settembre 2016