L'Agenda per la semplificazione

A che punto siamo

 

L'aggiornamento dell'Agenda per la semplificazione agli anni 2018-2020, approvato dalla Conferenza Unificata il 21 dicembre 2017, ha una focalizzazione specifica sulle azioni dei settori edilizia ed impresa.

 

A che punto è l'attuazione dell'agenda 2018-2020?

Il Primo Rapporto di monitoraggio fornisce un quadro di sintesi sullo stato di avanzamento al 30 giugno 2018 dell’Agenda nel suo complesso e in riferimento a ciascuna delle due aree tematiche previste (Edilizia, Impresa).

Le attività, descritte nel dettaglio per ciascuna azione, sono state  svolte in collaborazione tra Governo, Regioni e ANCI e con il coinvolgimento costante delle associazioni del mondo imprenditoriale.

Particolare rilievo assumono:

  • L’Accordo sancito in Conferenza unificata il 22 febbraio 2018 con cui, al fine di consentire l'interoperabilità e lo scambio dei dati tra le amministrazioni, sono stati approvati l’allegato tecnico e gli schemi dati XML, che integrano gli Accordi del 4 maggio e del 6 luglio 2017 sulla modulistica unificata e standardizzata per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni ed istanze per il commercio, le attività assimilate e l’edilizia
  • L’ulteriore Accordo sancito in Conferenza unificata il 22 febbraio 2018 con cui sono stati approvati altri moduli standardizzati e semplificati per il commercio e le attività assimilate in attuazione delle previsioni dei decreti legislativi n. 126 e n. 222 del 2016. Con lo stesso Accordo  sono stati approvati anche l’allegato tecnico e i relativi schemi dati XML
  • La prosecuzione dell’attività dell’help-desk presso il Dipartimento della Funzione pubblica, con il compito di offrire supporto, informazioni e raccogliere segnalazioni dal personale delle amministrazioni, dalle imprese e dai cittadini in materia di conferenza di servizi, SCIA, concentrazione dei regimi e modulistica
  • La prosecuzione delle attività di promozione in presenza e/o a distanza degli interventi di riforma e di sensibilizzazione del personale delle amministrazioni
  • L’approvazione del glossario contenente l’elenco delle principali opere edilizie realizzabili in regime di attività edilizia libera (DM 2 marzo 2018), ai sensi dell’art. 1, comma 2 del decreto legislativo n. 222 del 2016.    

 

Quadro di sintesi dello stato di avanzamento dell’aggiornamento dell’Agenda per ciascun settore 

La seconda  parte del Report fornisce il dettaglio delle singole azioni, dando conto dello stato di avanzamento delle specifiche attività programmate.

EDILIZIA

È operativa la modulistica adottata con gli Accordi in Conferenza Unificata il 4 maggio e il 6 luglio 2017. Tutte le Regioni hanno adeguato, in relazione alle specifiche normative regionali, i contenuti informativi dei moduli. Prosegue il monitoraggio sull’adozione della modulistica da parte dei Comuni. Dai dati rilevati dal FORMEZ su un campione rappresentativo di 1154 Comuni, emerge che, alla data del 31 marzo 2018, il tasso di ottemperanza da parte dei Comuni del campione è pari all’89% relativamente ai moduli approvati con l’Accordo del 4 maggio ed è pari al 71% relativamente ai moduli approvati con l’Accordo del 6 luglio.  

Con l’Accordo in Conferenza Unificata del 22 febbraio 2018, al fine di consentire l'interoperabilità e lo scambio dei dati tra le amministrazioni, sono stati approvati l’allegato tecnico e gli schemi dati XML, che integrano gli Accordi del 4 maggio e del 6 luglio 2017.

In attuazione dell’art. 1, comma 2 del decreto legislativo n. 222 del 2016, con il Decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti del 2 marzo 2018 (G. U.  n.81 del 07 aprile 2018), è stato approvato il glossario contenente l’elenco non esaustivo delle principali opere edilizie realizzabili in regime di attività edilizia libera.

Infine, sono state realizzate specifiche attività formative, di sensibilizzazione e di promozione in materia edilizia, anche con specifico riferimento al glossario.

IMPRESA

È operativa la modulistica adottata con gli Accordi in Conferenza Unificata il 4 maggio e il 6 luglio 2017. Tutte le Regioni hanno adeguato, in relazione alle specifiche normative regionali, i contenuti informativi dei moduli. Prosegue il monitoraggio sull’adozione della modulistica da parte dei Comuni. Dai dati rilevati dal FORMEZ su un campione rappresentativo di 1154 Comuni, emerge che, alla data del 31 marzo 2018, il tasso di ottemperanza da parte dei Comuni del campione è pari al 97% relativamente ai moduli approvati con l’Accordo del 4 maggio ed è pari al 92% relativamente ai moduli approvati con l’Accordo del 6 luglio.

Con Accordo in Conferenza unificata del 22 febbraio 2018 sono stati approvati l’allegato tecnico e gli schemi dati XML, che integrano l’Accordo del 6 luglio 2017.

Con un ulteriore Accordo, sancito in Conferenza unificata il 22 febbraio 2018, in attuazione delle previsioni dei decreti legislativi n. 126 e n. 222 del 2016, stato approvato un terzo pacchetto di moduli standardizzati con riferimento ad altre attività commerciali e assimilate; con lo stesso Accordo sono stati approvati anche l’allegato tecnico e i relativi schemi dati XML.

È attivo l’help-desk e sono state realizzate attività di promozione, formazione e sensibilizzazione in tema di conferenza di servizi, modulistica e funzionamento dei SUAP, con il coinvolgimento degli esperti dei progetti “Delivery Unit nazionale” e “Supporto all’operatività della riforma in materia di semplificazione”, che operano a sostegno delle attività condivise di semplificazione.

 

Per approfondire > 

 

 

-----------------------------

L'attuazione dell'agenda 2015-2017

Per approfondire

  

Ultimo aggiornamento: giovedì 25 ottobre 2018